arte e cultura

Arte e cultura > Nuclei rurali

 

Caspoggio

Braccia - Curada

 

braccia - caspoggio

Braccia

Comune: Caspoggio
Località: Si percorre la strada veicolare che dal centro di Caspoggio, lungo la via Alpini, conduce in prossimità della contrada.
Epoca: 1600-1800

 

La contrada Braccia è posta a 1200 metri di quota, poco a monte della contrada Bricalli. Collocata in zona prativa e soleggiata, si è configurata come nucleo destinato prevalentemente alla produzione zootecnica. L'edificazione raccolta si compone di edifici a due piani, con stalla e fienile sovraposti collegati da scale esterne in legno. I fabbricati hanno copertura a due falde, con la facciata a capanna generalmente rivolta a valle. Sono costruiti in pietra e legno, con murature rifinite a raso pietra, realizzato con malta contenente inerti reperiti in loco, che conferisce all'insieme edificato un particolare cromatismo. Le aperture di aerazione dei fienili sono tamponate con tronchi orizzontali. Il nucleo è ancora attivo dal punto di vista zootecnico; alcuni edifici sono stati trasformati in residenze secondarie. L'insediamento conserva comunque il carattere originario, assumendo un ruolo rappresentativo delle soluzioni architettoniche ed urbanistiche dell' edificazione storica nell'area

curada - caspoggio

Curada

Comune: Caspoggio
Località: Raggiunta la contrada Braccia si sale lungo un sentiero fino alla contrada Curada.
Epoca: 1600-1800

 

La località Curada è posta a monte di Caspoggio, tra i 1200 e i 1250 metri di quota. E' suddivisa in quattro nuclei ed altri edifici isolati, ripartiti tra Curada Alta e Bassa. Questi sono posti lungo l'antico sentiero che collega il centro di Caspoggio ai nuclei di Negrini, Bricalli e Pianaccio. Questo collegamento, denominato 'Cavalera', costituisce un percorso attrezzato per il culto che parte dall'edicola in contrada Negrini, passa per la cappelletta di Bricalli per raggiungere a Curada Bassa due nicchie ed un crocifisso ligneo appeso ad un fabbricato. Il nucleo è generalmente ben conservato, molte costruzioni continuano ad essere utilizzate ai fini zootecnici mentre altre sono state ristrutturate come seconde case.

 

 

Condividi