arte e cultura

Arte e cultura > Nuclei rurali

 

Faedo

Gaggi - S.Carlo (Faedo Centro)

 

gaggi - faedo

Gaggi

Comune: Faedo
Località: Gaggi si può raggiungere attraverso la strada, parzialmente asfaltata, che sale dal centro del paese oppure con un piacevole percorso pedonale che si puo imboccare ai piedi del versante o in località S.Carlo.
Epoca: 1600-1700

 

L'origine della contrada Gaggi è probabilmente legata alla presenza di strutture militari, come pare testimoniare l'esistenza di una casa-torre, recentemente ristrutturata. La zona, molto panoramica, è posta su un terreno pianeggiante a picco sulla val Venina, e gode di un'ottima vista sulla Media Valtellina. L'insediamento, relativamente piccolo, ha conservato l'impianto urbanistico originale, assestato su un'emergenza rocciosa ai margini di una zona prativa. I fabbricati, generalmente ben conservati, sono utilizzati specialmente per il soggiorno estivo. La splendida vista e la presenza, nella tarda primavera, di una piccola zona umida, il 'lago di Gaggi', dove si riuniscono numerose le rane, ne fanno un'ottima meta per brevi escursioni.

san carlo - faedo centro

S.Carlo (Faedo Centro)

Comune: Faedo
Località: La contrada coincide con il centro storico di Faedo, sede del Municipio.
Epoca: antecedente 1600

 

La contrada coincide con l'attuale centro storico di Faedo, anche se il nucleo più antico del paese è quello di S.Bernardo, a 1000 mt. s.l.m. Da qui gli abitanti scesero verso valle intorno al XV secolo, distribuendosi su numerose contrade e consolidando l'insediamento di S.Carlo, dove nel 1607 si avviarono i lavori di costruzione della nuova chiesa, vista la scomodità di utilizzare quella di S.Bernardo. Come altri paesi della sponda orobica, facenti parte di grossi comuni del versante retico, Faedo apparteneva a Montagna, dalla quale si separò all'inizio del 1400. Di questa unione resta traccia nella tradizionale 'festa del pane e del vino' che si svolge in agosto presso la chiesa di S.Bernardo, dove anticamente gli abitanti di Montagna si recavano per dividere il loro vino con il pane dei residenti.

 

 

Condividi