• Estate
    • Active & Green

Sentiero tematico-Glaciologico Luigi Marson

Il sentiero permette di introdurre con consapevolezza escursionisti, visitatori e turisti alle peculiarità dell’ambiente glaciale. In occasione del suo ventesimo anniversario, alla luce delle profonde modificazioni dei luoghi dovute al ritiro glaciale, il sentiero è stato aggiornato e arricchito ed ora è costituito da tre percorsi, che partono dal rifugio Bignami.

Le prime descrizioni glaciologiche del versante lombardo risalgono al 1899, per mano proprio di Luigi Marson, professore al Regio Istituto Tecnico di Sondrio e membro della Società Geografica Italiana. Da esse si ricava che il ghiacciaio aveva già abbandonato il piano di Alpe Gera e la lingua si attestava a circa 2300 m di quota. Da allora il ritiro è stato pressoché costante: la separazione delle due lingue, orientale ed occidentale, avvenne negli anni Trenta del secolo scorso, e si è verificato un solo periodo di controtendenza tra il 1977 ed il 1985, con una fase di stazionarietà e di avanzata delle fronti di qualche decina di metri.

A partire dagli anni Novanta del Novecento si assiste ad una spettacolare e rapida riduzione glaciale ed a importanti modificazioni morfologiche.

La fronte ovest ad inizio anni 2000 ha subìto la completa fusione della seraccata che scendeva a quota 2500 m, lasciando il posto ad un laghetto, ed ora si è posizionata a quota 2750 m circa.

La fronte est nel 2006 perde continuità con la parte superiore del ghiacciaio, in corrispondenza del grande salto roccioso a 2900 m circa di quota. La parte inferiore, alimentata quindi dal solo crollo del ghiaccio soprastante, inizia una notevole involuzione con l’assottigliamento progressivo della lingua glaciale e la comparsa di laghetti alla fronte, che nel 2015 si sono uniti in un solo grande lago di contatto glaciale.

ITINERARIO: partendo dal Rifugio Bignami, il sentiero glaciologico Luigi Marson percorre un primo breve tratto dell'Alta Via della Valmalenco in direzione del rifugio Marinelli Bombardieri, fino al raggiungimento del ponte poco a monte dell'Alpe Fellaria. Seguendo il sentiero, contrassegnato da ometti e bolli blu, l'escursionista è invitato dal primo cartello (Stop 1) ad entrare in quel mondo alpino dove il ghiaccio riveste un ruolo fondamentale ell'evoluzione del paesaggio. Successivamente la traccia si sviluppa nei tre rami (A,B,C) dove sono presenti altri 6 puni di sosta dove l'escursionista è accompagnato in un percorso di avvicinamento, inteso sia nello spazio che nel tempo, al ghiacciaio di Fellaria, consentendogli di "leggere" nel paesaggio le tracce del ghiaccio.

PERCORSO A: sentiero panoramico sul filo di cresta della morena laterale del ghiacciaio Fellaria Ovest, fino ad arrivare ad un lago di sbarramento morenico in vicinanza alla fronte glaciale. Dislivello 290m Quota massima 2638 m Tempo andata 1,30 h

PERCORSO B: percorso nella valle del Fellaria Ovest sulle orme del ritiro della lingua glaciale. Dislivello 165 m Quota massima 2520 m Tempo andata 2 h

PERCORSO C: Percorso di avvicinamento al Fellaria Est fino a giungere al sorprendente lago di contatto glaciale. Dislivello 360 m Quota massima 2604 m Tempo andata 2,30 h

Per maggiori approfondimenti

 

Portami qui: Sentiero tematico-Glaciologico Luigi Marson

Dello stesso tema

Gola up

Gola UP! è un percorso alpinistico tracciato nelle forre del Torrente Scerscen.
  • Estate
Gola up

Sentiero tematico - Glaciologico Vittorio Sella

Percorso dedicato a Vittorio Sella, insuperato pioniere della fotografia di montagna, che ritrasse queste montagne sin dalla fine dell' '800
  • Estate
Sentiero tematico - Glaciologico Vittorio Sella

Canyoning in Valmalenco

Un percorso di canyoning unico in tutte le Alpi, creato dal torrente Cormor, che ha inciso profondamente il proprio letto nella serpentinite.
  • Estate
Speleocanyoning nel torrente Cormor in Valmalenco

Pescare a Sondrio Valmalenco

4 percorsi di pesca, nel fondovalle lungo l'Adda, lungo il torrente Mallero o nei laghetti alpini di Campagneda.
  • Estate
Pesca nei laghi di Campagneda

Canoa - Rafting

Un'attività perfetta per gli amanti della natura, alla ricerca di emozioni forti e di paesaggi spettacolari.
  • Estate
Foto di Ass. Canoa Club Valtellina

Sentiero tematico-Glaciologico Luigi Marson

Il sentiero glaciologico Luigi Marson nasce nel 1996 da un’iniziativa del Servizio Glaciologico Lombardo (SGL) per avvicinare il grande pubblico agli ambienti glaciali del gruppo del Bernina, unico “quattromila” delle Alpi Centrali.
  • Estate
Sentiero tematico-Glaciologico  Luigi Marson

Alpinismo in Valmalenco

Dire Valmalenco e pensare alpinismo è tutt’uno. Sì, perché non c’è angolo della valle che non possa essere teatro di qualche bella ascensione.
  • Estate
Cresta delle Belleviste - Valmalenco

Sentiero tematico - La civiltà della pietra ollare

Breve percorso ad anello che consente di visitare gli antichi luoghi di estrazione e di lavorazione della celebre Pietra Ollare del Pirlo
  • Estate
Sentiero tematico - La civiltà della pietra ollare

Valtellina golf club

La Valtellina è terreno ideale per il gioco del golf, immersa nel verde delle Alpi, tra montagne dalle cime innevate e ghiacciai perenni.
  • Estate
Valtellina golf club