• Enogastronomia

Cunsc

Valmalenco

INGREDIENTI

  • 1 kg di carne di pecora tritata
  • 3 hg di burro
  • 1/2 lt di buon vino rosso valtellinese
  • alloro
  • salvia
  • rosmarino
  • timo
  • sale
  • pepe

Mettere in una pentola la carne con il burro, farla rosolare lentamente, aggiungere le erbe finemente tritate, salare, pepare e aggiungere il dado. Bagnare con il vino rosso e cuocere a fuoco lento fino a quando il vino sarà evaporato, per circa due ore.
Con questo sugo si possono condire polenta, tagliatelle, gnocchi e pasta a piacere. 

Ricetta tratta da: A tavola con i malenchi

Dello stesso tema

Formaggi tipici

Dagli alpeggi, dove gli animali pascolano liberi nutrendosi di erbe alpine, nascono formaggi unici come Bitto, Casera e Scimudin.
  • Enogastronomia
Formaggi tipici

Vino

La coltivazione dei vigneti risale ad epoche antichissime ed ha plasmato il territorio, dando vita al panorama unico dei terrazzamenti.
  • Enogastronomia
Vino

Formaggio e miele - A scuola di montagna

Laboratorio di scoperta del ciclo produttivo e di lavorazione di latte e miele
  • Enogastronomia
Formaggio e miele - A scuola di montagna

Cunsc

Valmalenco
  • Enogastronomia
Cunsc

Bresaola

Uno dei prodotti simbolo della Valtellina, ottenuto attraverso il metodo di conservazione della carne mediante salatura ed essiccamento.
  • Enogastronomia
Bresaola

Ricette di montagna

Alla scoperta della tradizione gastronomica di Sondrio e Valmalenco.
  • Enogastronomia
Ricette di montagna

Piode e Lavecc

Le montagne in Valmalenco non fanno solo la felicità degli amanti delle attività all'aria aperta, ma anche dei golosi.
  • Enogastronomia
Piode e Lavecc

La scuola...in forma - A scuola di montagna

Viaggio presso aziende agricole della provincia di Sondrio alla scoperta del ciclo del latte e della lavorazione dei suoi derivati
  • Enogastronomia
La scuola...in forma - A scuola di montagna

Polenta Cropa

Val d'Arigna
  • Enogastronomia
Polenta Cropa

Taroz

Valtellina
  • Enogastronomia
Taroz

Costine al lavécc

Valmalenco
  • Enogastronomia
Costine al lavécc

Pizzoccheri

Il piatto principe della cucina valtellinese da alcuni anni è tutelato e valorizzato dall'Accademia del Pizzocchero di Teglio che ne ha codificato la ricetta e promosso l'immagine in Italia e nel mondo.
  • Enogastronomia
Pizzoccheri

Miele

L'apicoltura vanta tradizioni secolari in Valtellina, tanto che nell'antichità il miele veniva usato come moneta nei rapporti commerciali, quasi si trattasse di un oro liquido.
  • Enogastronomia
Miele

Minestra di ortiche

Valmalenco
  • Enogastronomia
Minestra di ortiche

Mele

La coltivazione delle mele in Valtellina risale a tempi remoti, ma è dagli anni '50 che ha assunto le dimensioni che oggi conosciamo, arricchendo di colori e profumi il fondovalle valtellinese da Sondrio al Tiranese.
  • Enogastronomia
Mele

Castagne

Sondrio e i comuni intorno sono alla quota ideale per la raccolta delle castagne.
  • Enogastronomia
Castagne

Ris e Revertis

Castello dell'Acqua
  • Enogastronomia
Ris e Revertis

Oss de Mòrd

Lanzada
  • Enogastronomia
Oss de Mòrd

Gnocchi con i "cucul"

Valmalenco
  • Enogastronomia
Gnocchi con i

Rüsümada

Valtellina
  • Enogastronomia
Rüsümada